Piana di San Martino, quando l’archeologia incontra la Val Tidone

Forse non tutti sanno che anche la Val Tidone ha il suo sito archeologico. Si tratta della Piana di San Martino, nel comune di Pianello Val Tidone. Gli scavi hanno portato alla luce i resti di un insediamento che risale all’età del Bronzo e di cui è possibile vedere i resti di abitazioni, chiesa e torre di difesa. Il sito è accessibile a piedi percorrendo un sentiero, circondati dagli splendidi panorami della Val Tidone nei dintorni di Rocca d’Olgisio.

Piana di San Martino

La storia

Agli inizi degli anni Novanta furono rinvenuti nella zona alcuni frammenti ceramici che fecero pensare a possibili insediamenti del passato. Da quel momento l’associazione locale di volontari “Associazione Archeologica Pandora” ha iniziato indagini che proseguono tutt’oggi con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica dell’Emilia Romagna. Nelle diverse campagne sono state riportate alla luce varie strutture e tantissimi materiali di interesse archeologico. Grazie alle analisi si è scoperto che il sito della Piana di San Martino è stato abitato in due diverse epoche storiche:
– la prima nell’Età del Bronzo e del Ferro;
– la seconda in età tardoantica lungo tutto il Medioevo.
I reperti sono attualmente conservati presso il Museo Archeologico della Val Tidone a Pianello.

Piana di San Martino

Che cosa vedere

La piana di San Martino è definita un sito archeologico complesso. Le diverse campagne di scavo hanno infatti portato alla luce molte strutture, tra cui un settore abitativo, un’area religiosa con necropoli e una chiesa aperta al culto fino all’epoca rinascimentale.
Grazie al ritrovamento di diversi materiali, è stato possibile accertare come il sito sia entrato in contatto con il mondo bizantino e longobardo. Ciclicamente l’Associazione Archeologica Pandora organizza visite guidate al sito archeologico, per scoprire e vedere con i propri occhi la storia incredibile della Piana di San Martino.

Piana di San Martino

Un sito archeologico immerso nella bellezza della Val Tidone

Oltre ad avere un’estrema importanza dal punto di vista storico-archeologico, la Piana di San Martino è immersa in un contesto naturale a dir poco mozzafiato. Per raggiungere il sito si percorre infatti un sentiero che inizia ai piedi di Rocca d’Olgisio, il castello che domina la valle.

Piana di San Martino

Il Museo Archeologico della Val Tidone

Il Museo ospita i reperti provenienti dagli scavi alla Piana di San Martino e si trova all’interno della Rocca Comunale di Pianello Val Tidone, in Piazza Umberto I. Attualmente è aperto al pubblico ogni domenica dalle 10 alle 12, con aperture straordinarie comunicate sui canali ufficiali del Museo Archeologico della Val Tidone. Il Museo ha ospitato inoltre la prima Invasione Digitale organizzata nel 2018 da Travel Val Tidone.


Per approfondire:

Soprintendenza Archeologia Emilia Romagna

Archeologia Uomo Territorio

Per informazioni:

Associazione Archeologica Pandora

– info@archeopandora.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.